5 step per organizzare la gita scolastica

Organizzare una gita scolastica non è un’operazione semplice.  Qui di seguito vi indichiamo quali sono i passi più importanti!

Passo 1. Gli obiettivi educativi 

Vanno stabiliti gli obiettivi educativi della gita pensando a come arricchirà il programma didattico, a che cosa impareranno gli studenti e come si svolgerà ogni fase, dal viaggio, alla visita di musei e monumenti, alla pausa pranzo.

Passo 2. La destinazione intelligente

Bisogna scegliere la destinazione in base ai periodi migliore per la visita (alcune località potrebbero essere sold out in alcuni periodi o chiuse per condizioni meteo proibitive) o tenendo conto della disponibilità dei mezzi di trasporto.

Bisogna assicurarsi che gli adulti accompagnatori siano sufficienti (in base alle normative vigenti) per il numero di studenti partecipanti. Prima di iniziare a parlare della gita ai ragazzi, tutte le formalità burocratiche devono essere portate a termine.

Passo 3. Documenti 

Occorre avere sotto mano i modelli standard per preparare la richiesta di autorizzazione da parte dei genitori e avere pronto il modello standard del programma delle gite. Da preparare in sinergia con la segreteria e approvato dal dirigente scolastico.

Le informazioni più importanti che questi documenti devono contenere sono:

  • gli orari di partenza e ritorno
  • il punto di ritrovo
  • la destinazione
  • le motivazioni della scelta
  • le attività giornaliere che verranno svolte
  • la cifra da pagare 
  • un numero di riferimento in caso di bisogno

In più sarebbe necessario richiedere se gli studenti hanno allergie o intolleranze alimentari o se durante la giornata devono assumere farmaci particolari. Inoltre se di norma i ragazzi da scuola, secondaria, escono in autonomia, senza che ci sia un genitore a ritirarli, bisogna rinnovare tale autorizzazione anche per il caso speciale della gita.

Soprattutto per le classi della scuola primaria, dove i bambini sono ancora piccoli, occorre che i docenti indichino se c’e materiale particolare da preparare per la gita: abbigliamento speciale, denaro, stivali, pranzo al sacco, crema solare, guanti, zaini e così via.

Passo 4. Pianificare l’attività

Bisogna integrare la gita nel programma didattico della classe, pianifica delle attività didattiche e informative in preparazione alla gita, ma soprattutto, quando gli studenti sono grandi, bisogna discutere con loro delle cose che si andranno a vedere, sulle loro aspettative e sulle regole di comportamento, ma anche sulle norme di sicurezza, da tenere durate l’uscita.

Passo 5. Promemoria e oltre 

Il docente referente poi dovrà tenere un accurato promemoria basato sui requisiti richiesti dalla scuola; le autorizzazioni firmate, le informazioni assicurative per gli studenti e tutti i numeri utili per il sereno svolgimento della gita.

Infine dovrà organizzare le attività alternative per gli studenti che non partecipano alla gita, anche se idealmente, tutti gli alunni della classe dovrebbero partecipare all’uscita, in quanto momento educativo e didattico e parte integrante del programma.

Quando non è così bisogna fare in modo che chi rimane a scuola possa “in remoto” avvicinarsi ai temi trattati durante la visita d’istruzione.

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
Linda Fiumara

Autore Linda Fiumara

38 anni, insegnante di Scuola Secondaria di primo grado, digital copy, e un sogno: poter correre nei musei come Jules e Jim. Ama fare e disfare le valigie, trova meraviglioso il suono della campanella e il chiacchiericcio nei corridoi. Prova, e spesso ci riesce, a conciliare viaggi e vita scolastica.