Si parte: abbiamo tutti i documenti in ordine?

Siamo pronti per partire. Tutto è a posto e controllato…  e i documenti? Saranno in ordine? A volte i genitori sottovalutano questo aspetto perché abituati ad accompagnare personalmente il figlio minore garantendo la sua identificazione.

Ma quando lui parte in gita scolastica come bisogna regolarsi?

Cosa dice la legge:

Tutti i partecipanti a viaggi o visite debbono essere in possesso di un documento di identificazione nonché, per i viaggi all’estero, di un documento valido per l’espatrio. Tale ultimo documento può avere anche contenuto collettivo, purché ogni partecipante sia fornito di valido documento personale di identificazione. (Circolare ministeriale 14 agosto 1981 n. 253 art 4.1).

Il Consiglio di Istituto, attraverso il Regolamento di Istituto per le visite e i viaggi di istruzione, può deliberare che gli alunni, per i viaggi nel territorio nazionale, in sostituzione della carta di identità siano muniti di un tesserino con fotografia rilasciato dalla scuola e contenente i dati anagrafici.

Il docente referente dovrà inoltre far acquisire agli atti dell’Istituto un elenco nominativo degli alunni partecipanti, distinti per classi di appartenenza, le dichiarazioni di autorizzazione delle famiglie, un elenco nominativo degli accompagnatori e le dichiarazioni sottoscritte circa l’assunzione dell’obbligo della vigilanza.

Dichiarazione di accompagnamento

Il minore italiano per viaggiare deve avere un suo documento personale; ricordiamo però che per le tratte nazionali alcune compagnie aeree o di navigazione richiedono una specifica documentazione per il minore che viaggia accompagnato da persone diverse dai genitori. (Circolare n° 400/A/2012/23.1.3 Ministero dell’Interno).

Anche la normativa vigente in materia di espatrio prevede che i minori di 14 anni che effettuano viaggi all’estero accompagnati da persone diverse dai genitori (o da chi ne esercita la potestà genitoriale) debbano essere in possesso di documentazione che ne autorizzi l’uscita dal territorio nazionale.

In questo caso le famiglie dovranno produrre l’attestazione di accompagnamento vidimata dalla Questura ed un valido documento d’espatrio (carta d’identità valida per l’espatrio o passaporto) da consegnare al docente.

Sul sito www.poliziadistato.it, selezionando la sezione “passaporti” e la sezione “per i minori” è possibile scaricare il modulo “dichiarazione di accompagnamento” e consultare le indicazioni al riguardo.

Il modulo è individuale, va compilato in ogni sua parte, con indicazione del viaggio e le firme di entrambi i genitori. 

Per viaggi all’interno della Comunità Europea è previsto un ulteriore modello collettivo da compilare da parte dell’Istituto scolastico e della questura: il mod. N.L.327/3 Elenco dei partecipanti. In tale modello sono richiesti i dati dell’istituto e dei minori e si garantisce l’autorizzazione della loro partecipazione al viaggio acquisita agli atti dell’Istituto.

Per la vidimazione di questi documenti sono necessari tempi lunghi.Espletati tutti i controlli del caso e spazzati via tutti i dubbi non ci resta che far partire con animo sereno i nostri piccoli esploratori verso indimenticabili avventure! 

Desideri saperne di più o fare nuove domande? Contatta direttamente GeeTrips.

Documentazione:

 

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry