GeeTrips_gite-scolastiche-sotterranee

Sotto la città a Napoli, Roma e Matera

Sia che io viaggi da sola sia che accompagni i miei alunni in gita scolastica, cerco sempre di vedere i luoghi da punti di vista diversi.

Individuo la torre o il palazzo più alto per vedere i suoi tetti e le sue prospettive. Scelgo di fare un giro in barca per scoprire i dettagli delle sue rive. Trovo il modo di visitarne i siti storici per entrare in contatto con il suo passato. 

Proprio per questo vi consiglio tre esperienze da fare nei sotterranei di Napoli, Roma e Matera!

La Napoli sotterranea: a spasso sotto la basilica

La visita guidata parte dalla basilica San Lorenzo Maggiore, in Piazza San Gaetano a Napoli.

Gli studenti avranno modo di approfondire le fasi che hanno definito nel tempo lo stile architettonico della chiesa, principalmente barocco, con elementi gotici.

Visiteranno il Museo dell’Opera di San Lorenzo Maggiore. e la zona archeologica sotterranea. Infatti le radici più profonde dell’attuale complesso di San Lorenzo si possono riscoprire nel sottosuolo della Neapolis greco-romana.

Verrà illustrato alle scolaresche il notevole valore dell’area archeologica sotterranea, sia dal punto di vista monumentale che topografico.

Tornati in superficie le classi verranno condotte ad osservare ciò che resta dell’antico Foro di età romana.

Dai un’occhiata ai dettagli dell’esperienza!

Roma sotterranea in 4 siti archeologici

Partendo da Piazza Sonnino a Trastevere, gli studenti con i loro docenti, avranno modo di vedere Roma da un punto di vista sorprendente: da sotto!

Infatti il sottosuolo dell’Urbe continua a donare agli archeologi reperti sempre nuovi, ma può regalare inaspettate emozioni anche a chi si avventura per la prima volta.

Il primo sito visitato è quello di titulus Crisogoni situato a Trastevere. Poi la visita guidata farà tappa al Foro Olitorio che conserva gli antichissimi resti di tre templi di epoca repubblicana.

Una guida specializzata in archeologia condurrà le classi attraverso le tappe del percorso sotterraneo offrendo spiegazioni e curiosi dettagli su ognuno dei siti oggetto della visita.

Lo  sguardo non sarà rivolto solo verso il basso. Nel corso del tour, infatti, la guida indicherà un percorso parallelo in superficie, tra luoghi storici e monumenti che testimoniano da sempre la grandezza della Roma Imperiale.

Scopri di più su questa esperienza! 

Oppure leggi una selezione delle gite a tema “archeologia” su GeeTrips.

Matera sotterranea: alla scoperta delle cattedrali dell’acqua

Il ventre di Matera custodisce un complesso sistema sotterraneo di raccolta delle acque.

Le scuole visiteranno il Palombaro Lungo, che è la più grande tra le cisterne ipogee arcaiche, sotto le vie e le piazze di Città del Piano.

Risaliti in superficie, la passeggiata continuerà tra costruzioni rupestri e edifici medievali, alla scoperta di Sasso Barisano, Colle della Civita e Sasso Caveoso.

Gli studenti si soffermeranno in Piazza del Sedile, con la prima sede comunale della città risalente al XVII secolo, alla Cattedrale della Bruna, gioiello in stile romanico pugliese del XIII secolo e sulle scalinate tanto amate dai set hollywoodiani. 

Visiteranno poi la Casa Cisterna, la neviera, la Casa Grotta, ricca di utensili domestici e arredi che testimoniano la vita nei Sassi fino agli anni 50 del secolo scorso, e arriveremo fino alla panoramica Piazzetta Pascoli, con vista spettacolare su tutta Matera.

Nel pomeriggio approfondiranno il sistema di raccolta dell’acqua piovana all’interno del Parco della Murgia Materana, precisamente alla storica Fontana Cilivestri, punto nodale per il ristoro di animali in transito nel periodo della transumanza e non solo, così da studiare l’ingegnoso sistema idrico rupestre, che si estende sotto tutti i rioni Sassi come le radici di un albero.

Guarda ora i dettagli!

 

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
Linda Fiumara

Autore Linda Fiumara

38 anni, insegnante di Scuola Secondaria di primo grado, digital copy, e un sogno: poter correre nei musei come Jules e Jim. Ama fare e disfare le valigie, trova meraviglioso il suono della campanella e il chiacchiericcio nei corridoi. Prova, e spesso ci riesce, a conciliare viaggi e vita scolastica.