turismo scolastica gita a Palermo

Tour guidati a Palermo, Capitale della cultura 2018

Palermo, capoluogo di regione della splendida Sicilia, è stata da pochi mesi dichiarata capitale della cultura 2018 . Questa grande novità può essere motivo per organizzare un viaggio d’istruzione proprio in questo centro di interesse!

Palermo è come nessun altro posto in Europa, ce lo insegnano i libri di storia e geografia e sarebbe bello poterlo mostrare nella maniera più partecipata possibile ai nostri studenti. È una città che per una gita in giornata o un tour di qualche giorno aiuta noi docenti a mostrare ai ragazzi, soprattutto delle scuole secondarie, come ciò che studiano quotidianamente è visibile, sperimentabile nella loro realtà di giovani.

Infatti ogni grande potenza del passato ha occupato la Sicilia per un certo tempo, e queste dominazioni hanno creato un mix frizzante di elementi arabi, strade spagnole, torri normanne e bellezza italiana.

A Palermo convivono armoniosamente cupole arabe, chiese dal gusto barocco, palazzi in stile liberty, teatri neoclassici, settecenteschi spazi verdi e brulicanti mercati storici, simili ai suq arabi, un porto dal traffico intenso ed una periferia particolare e piena di storie. Palermo è una meta particolarmente adatta peri viaggi d’istruzione delle classi terze delle medie  delle classi quinte della scuola superiore di secondo grado.

Ecco alcune visite guidate da svolgere in città con i vostri studenti!

I Giardini del Genoard e le Catacombe dei Cappuccini

Un affascinante percorso per un viaggio d’istruzione, adatto ai bambini della scuola primaria, ma anche ai ragazzi della scuola secondaria di primo e secondo grado. Da svolgere a piedi, permette di scoprire due sontuosi palazzi di Palermo: la Zisa, che nel periodo normanno faceva parte del Genoard il parco di caccia dei re, all’interno del quale si potranno ammirare le diverse sale decorate da splendidi mosaici bizantini e muqarnas arabe e la Cuba, un tempo circondata da un magnifico parco con vigneti, frutteti e una grande peschiera. Nel percorso potrete visitare anche le misteriose Catacombe dei Cappuccini, che custodiscono circa 1800 mummie in ottimo stato di conservazione, che indossano abiti datati dal 1600 al 1900.

Qui tutte le informazioni!

Itinerario Arabo-Normanno

L’itinerario si sviluppa nel centro storico di Palermo per scoprire monumenti arabo-normanni di straordinaria bellezza. Il percorso inizierà a Piazza Bellini dove potrete visitare due chiese normanne: la Martorana coi suoi splendidi mosaici bizantini e marmi policromi, e San Cataldo con le sue pittoresche cupole rosse. Il percorso continuerà lungo Corso Vittorio Emanuele per giungere alla Cattedrale, capolavoro normanno con le sue splendide guglie, torri e cupole. Dentro la Cattedrale si vedrà l’area monumentale che custodisce le tombe di alcuni re normanni, e la cappella di Santa Rosalia con le reliquie della patrona di Palermo. Durante il percorso visiterete il più antico mercato di Palermo, Ballarò, caratterizzato da una allegra atmosfera e resterete estasiati dai profumi e dai colori della frutta e della verdura che riempiono le assolate bancarelle dei venditori.

Si tratta di monumenti espressione della felice convivenza di culture diverse che nel XII secolo ha generato uno stile architettonico unico al mondo, in cui sono mirabilmente fusi elementi bizantini, islamici e normanni.

Qui tutte le informazioni!

Street food tour

Questo tour nella Palermo “da mangiare” è una passeggiata tra i vicoli dei mercati storici.  Conoscerete la storia, le tradizioni e le curiosità legate allo street food palermitano, come le arancine, che si assaggeranno durante il percorso. L’itinerario inizia davanti al Teatro Massimo, prima tappa il mercato del Capo per immergersi nei profumi, negli odori e nei suoni del mercato; gli alunni avranno modo di osservare le bancarelle dei venditori piene di pesce, frutta, verdura, olive, capperi, pomodori secchi e tantissime spezie che ricordano i suk arabi.

Si proseguirà di fronte la Cattedrale per un’altra sosta in un chioschetto dove si assaggerà la granita. Si proseguirà lungo Corso Vittorio Emanuele principale asse viario del centro storico dove è prevista un’altra sosta in un chioschetto per assaggiare il cannolo, dolce con la ricotta.

La visita continuerà all’interno del mercato di Ballarò, il più antico di Palermo dove si potrà assaggiare il panino con le panelle e le crocchè. Infine si arriverà al mercato della Vucciria per gustare lo sfincione e il panino con la milza.

Qui tutte le informazioni!

Sulle tracce di Goethe e Leonardo Sciascia

Il percorso intende fare conoscere alle scolaresche, delle scuole secondarie di secondo grado, Palermo sotto il profilo storico, artistico, naturalistico e antropologico. Durante l’itinerario saranno letti alcuni brani tratti dal diario “Viaggio in Italia”, scritto dal poeta tedesco J.W.Goethe che visitò la città nell’aprile del 1787, e alcuni brani tratti da celebri opere letterarie dello scrittore siciliano Leonardo Sciascia, come il “Il Consiglio d’Egitto”. Durante il tour gli studenti avranno modo di immergere se stessi nell’atmosfera della Palermo di fine Settecento raccontata da due punti di vista diversi: quello del viaggiatore che scopre una città nuova e meravigliosa, e quella del cittadino, che ne ripercorre la storia per capirne il presente.

Questo itinerario consentirà di conoscere non solo le bellezze naturalistiche e i luoghi evocati dagli scrittori, ma anche aspetti della vita del Settecento: i diversi mezzi di locomozione, i luoghi di ritrovo, i mestieri antichi.

Qui tutte le informazioni!

Tour Barocco

Il percorso, in italiano e inglese, si snoda nel centro storico di Palermo per conoscere i principali monumenti barocchi realizzati durante la dominazione spagnola. Si tratta di opere di straordinaria bellezza realizzati da famosi artisti dell’epoca. Il tour inizia a Piazza Pretoria per ammirare la fontana manierista del Cinquecento in marmo di Carrara con statue di varie figure mitologiche.
L’itinerario prosegue con la visita della chiesa di Casa Professa decorata con marmi policromi, stucchi e affreschi da artisti. Si prosegue con la visita della chiesa di San Giuseppe dei Teatini,  chiesa Seicentesca impreziosita da cappelle decorate con tecnica a marmi.
Il tutto si concluderà con la visita dell’Oratorio del Rosario in San Domenico e dell’Oratorio del Rosario in Santa Cita due bellissimi oratori decorati con putti, statue e motivi ornamentali dallo straordinario scultore Giacomo Serpotta che ha saputo interpretare lo stile barocco in maniera sublime.

Qui tutte le informazioni!

 

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
Linda Fiumara

Autore Linda Fiumara

38 anni, insegnante di Scuola Secondaria di primo grado, digital copy, e un sogno: poter correre nei musei come Jules e Jim. Ama fare e disfare le valigie, trova meraviglioso il suono della campanella e il chiacchiericcio nei corridoi. Prova, e spesso ci riesce, a conciliare viaggi e vita scolastica.